• Narrativa

    Cattiva ragazza

    Justine Levy

    Essere madre è semplice, essere mamma è un gesto di amore incondizionato, e per compierlo bisogna spogliarsi dell'egoismo dell'infanzia, lasciarsi alle spalle il proprio ruolo di figlia. Per Louise è un passaggio obbligato, perché scopre di essere incinta nello stesso momento in cui Alice, sua madre, è in fin di vita. Di fronte a quest'esplosiva rivelazione, i sensi di colpa affiorano dal passato e l'euforia per quella nuova creatura che palpita dentro di lei si scontra con il dolore per Alice che, un tempo osannata icona di bellezza e modella di artisti e stilisti di haute couture, giace ora in solitudine in una clinica parigina. E mentre assiste la madre nel cammino della malattia, tra ospedali, cure e luminari senza umanità, Louise rivede la propria esistenza.
    Ripercorre un'infanzia segnata dal divorzio dei genitori e la scelta di vivere con il padre - intellettuale affascinante conteso dalle donne e dalla popolarità - perché nella vita sbalestrata di una famosa top model, preda di droghe ed eccessi di ogni tipo, non c'è posto per una figlia. È una scelta dolorosa, quella di Louise, un abbandono che le costa moltissimo e che le lascia nello stomaco un profondo senso di vuoto. Si sente una cattiva ragazza, una cattiva figlia. Eppure adesso, finalmente e paradossalmente, può colmarlo, accompagnando la madre negli ultimi istanti, affrontando per lei il mondo impietoso degli ospedali e dei soloni della medicina. E alla fine il cerchio si chiude: la fragile Alice lascia la scena e la piccola Angèle si affaccia al mondo, dando a Louise, ora ben consapevole del proprio ruolo, una forza dirompente. In perfetto equilibrio tra commozione, ironia e disarmante autenticità, Justine Lévy ci regala un'appassionata storia di maternità, la più intima e irripetibile avventura dell'anima umana.
    + Leggi tutto
    commenti


Justine Levy

Justine Lévy, classe 1974, è figlia di Bernard-Henri Lévy e di Isabelle Doutreluigne. Poco più che adolescente si lega a Raphaël Enthoven, sposato nel 1995, anno del suo esordio nella narrativa con Incontro. La fine del matrimonio le ispira il secondo romanzo, Niente di grave, enorme successo che fece scandalo a causa della vicenda Carla Bruni. Con Cattiva ragazza, anch'essa opera autobiografica, oltre al pubblico ha conquistato definitivamente la critica ed è stata candidata ai più importanti premi letterari francesi (Goncourt e Médicis). Tutti i suoi libri sono editi in Italia da Frassinelli.

leggi tutto

Caratteristiche tecniche

  • COD. ARTICOLO
    978888832057
  • ANNO DI USCITA
    2010
  • PAGINE
    192


Become a fan

Ti potrebbero interessare anche



Commenti


Più venduti