Il grande freddo

[Il mondo è gelido là fuori: a volte credo di essere diventata anch'io un ghiacciolo]
 
 
Il grande freddo è un film del (lontanissimo) 1983 che forse qualcuno ha visto e che magari ricorda. Partendo da qui ci siamo chiesti, alle porte dell'inverno: cos’è il grande freddo? È l’altopiano della Groenlandia o una sensazione di disagio che a volte ci portiamo dietro? O è il vuoto che qualcuno ha lasciato dentro la nostra vita?
Abbiamo pensato al freddo in diversi modi, e per ciascuno abbiamo trovato dei libri...
 
Distese immacolati, orsi bianchi, foche: la parola freddo non può che evocare queste bellissime immagini. Fatevi affascinare dal racconto di Robert Peroni che vi condurrà nel cuore della Groenlandia o dalla storia, emozionante e commovente, di Nanuk e Luk scritta da Brando Quilici.
 
Se non è proprio Artico è la Grande Madre Russia, cha fa da sfondo al thriller di Tom Rob Smith, Bambino 44 (di cui vedremo presto il film, come abbiamo detto qui).
 
E se non è Russia, può essere America: ve lo ricordate un certo hotel sommerso dalla neve? La storia era terribile: un uomo impazziva e cercava di uccidere moglie e figlio. Ma il bambino è sopravvissuto ed è diventato Doctor Sleep.
 
Ma il freddo è anche un nodo personale (fisico? mentale?) da sciogliere: ci sono riusciti i Masters of Sex che hanno insegnato il calore del sesso agli americani.
 



Una passione del tutto inattesa è riuscita a smuovere anche la protagonista di Una ragione per dirti di no: era un po’ freddina, rigida e sospettosa ma il vicino di casa… bè, a volte l’uomo giusto scioglie iceberg!
 
E se il freddo fosse il vuoto sociale che ci attanaglia? La nebbia è una metafora azzeccatissima per raccontare l’atmosfera in cui si svolgono le vicende di un Commissario Soneri sempre più disgustato. Chissà quale fuoco riuscirà a scaldarlo.
 
Più che freddo è il gelo che cala quando noi, o i nostri interlocutori, fanno gaffe memorabili. Colpa dell’italiano zoppicante? Di modi poco galanti? Per quasi tutto abbiamo un rimedio: iniziamo con  Valeria Della Valle Giuseppe Patota per rivedere gli strafalcioni e proseguiamo con Cinzia Felicetti ripassare il galateo.
 
E se il grande freddo passasse? Se il nostro iceberg veramente si sciogliesse? Bisogna affrontare la sfida e c’è un libro di John Kotter che spiega benissimo come fare.
 



Più venduti

Eventi


Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit, sed diam nonummy nibh euismod tincidunt ut laoreet dolore magna aliquam erat volutpat.


vedi tutti