• Le anime morte

    Nikolaj Vasil'evic Gogol'

    Di questa possente opera, ideata in tre parti secondo il modello dantesco, di cui la seconda fu solo abbozzata e la terza distrutta, Gogol' disse di dover "rivelare completamente l'uomo russo, con tutta la varietà di doti e di ricchezze morali che lo rendono superiore agli altri popoli e con tutta quella abbondanza di difetti che gli conferiscono anch'essi una superiorità indiscutibile sulle altre genti". Pàvel Ivànovic Cìcikov, proprietario terriero e protagonista dell'opera, viaggia attraverso la Russia zarista comprando le "anime morte", i nomi dei contadini deceduti dopo l'ultimo censimento e per i quali i proprietari dovevano pagare le tasse fino al successivo. Attraverso quelle "anime" avrebbe ottenuto le terre concesse, per legge, ai padroni con un certo numero di servi della gleba. La truffa e le vicende di Cìcikov, simbolo straordinario del piccolo possidente, nobile e ambiguo affarista, vengono narrate dallo scrittore con vivezza e senso drammatico, facendo di questo libro un capolavoro della letteratura russa.
    + Leggi tutto
    commenti


Nikolaj Vasil'evic Gogol'

Nikolaj Vasil'evic Gogol' nasce nel 1809 in una famiglia ucraina di piccoli proprietari terrieri. Tra il 1831 e il '32 esce Veglie alla fattoria Dikan'ka, che sancisce la sua consacrazione di scrittore. Il giovane Gogol' in quegli anni conosce Pu¿kin ed entra in contatto con il mondo letterario russo. Nel 1835 escono altre due raccolte: Mirgorod, contenente il famoso racconto Taras Bul'ba, e Arabeschi, in seguito raccolti sotto il titolo Racconti di Pietroburgo (tra i quali, celeberrimi, Il cappotto e Il naso). Tra la produzione drammatica ricordiamo L'ispettore generale del 1836, Il matrimonio e I giocatori. Una profonda crisi spirituale induce Gogol' a lasciare la Russia e a intraprendere un viaggio per l'Europa durante il quale comincia a scrivere Le anime morte. Il primo volume esce nel 1842 con consensi di critica e pubblico, ma non basta a placare l'inquietudine dello scrittore che, minato nella salute fisica e psichica, insoddisfatto del proprio lavoro, brucia il manoscritto del secondo volume. Dopo un viaggio a Gerusalemme, in balìa di una profonda crisi mistica, Gogol' muore, a Mosca, nel 1852.

leggi tutto

Caratteristiche tecniche

  • COD. ARTICOLO
    978887684700
  • ANNO DI USCITA
    2002
  • PAGINE
    546


Become a fan

Ti potrebbero interessare anche



Commenti


Più venduti