• Le rane che si credevano pesci

    Cristiano Ghibaudo

    Progettare il futuro godersi il presente partendo dal proprio talento

    Stagno Tranquillo è il posto ideale in cui trascorrere la propria vita: il clima è ottimo, c'è cibo in abbondanza, non ci sono in giro famelici predatori. Si sta così bene che le rane che lo abitano... neppure sanno di essere rane e vivono da sempre come se fossero pesci. Convinte che il mondo abbia i confini angusti del loro stagno, guardano con sospetto chi, come la giovane Lara, non crede al vecchio adagio secondo cui "chi si accontenta gode", ma, anzi, è persuasa che solo attraverso il cambiamento si possa dare un senso alla vita. La curiosa e intraprendente ranocchia decide così di andarsene, appena prima che un grave evento colpisca l'immutabile habitat di Stagno Tranquillo. E se le rane rimaste passeranno il tempo a litigare fra loro senza trovare una soluzione, Lara compirà un viaggio che la cambierà per sempre: troverà chi le sarà d'aiuto, scoprirà nuove cose, farà errori, riconoscerà il suo talento e imparerà passo dopo passo a scegliere la propria meta. Con la collaudata formula della favola, questo libro fornisce preziose indicazioni per "uscire dallo stagno" e fare il balzo necessario a scoprire che è possibile trovare un lavoro senza rinunciare ai propri sogni, a una buona qualità della vita e al tempo da dedicare a se stessi e agli altri.
    + Leggi tutto
    commenti


Cristiano Ghibaudo

Cristiano Ghibaudo è formatore e coach, da anni si occupa di comunicazione, formazione manageriale, orientamento e lavoro in team. Collabora con aziende e organizzazioni in tutta Italia ed è ideatore de ilmetodoLara® e di una serie di percorsi formativi per giovani e adulti finalizzati allo sviluppo delle soft skills personali e alla valorizzazione dei talenti.

leggi tutto

Caratteristiche tecniche

  • COD. ARTICOLO
    978887339196
  • ANNO DI USCITA
    2010
  • PAGINE
    160


Become a fan

Ti potrebbero interessare anche



Commenti


Più venduti