• Narrativa

    Lo strappo nell'anima

    Elena Loewenthal

    Una storia vera

    Nell'Italia fascista delle leggi razziali, la famiglia del dottor H. viene cancellata dalle liste degli ebrei censiti a Roma: per loro niente emarginazione, niente persecuzioni, niente treni diretti ad Auschwitz. Da quella notte in cui il dottore ottiene le chiavi dell'ufficio che custodisce i documenti, per cancellarsi dall'elenco, inizia un'esistenza di apparente normalità. La storia di Stefania comincia così, ancora prima della sua nascita nel 1940, ignara della tragica sorte a cui sarebbe andata incontro, se non fosse stato per quella chiazza di scolorina. La storia di Stefania prosegue dopo la guerra, all'insegna del benessere e della solita apparente normalità: gli studi, il matrimonio che corona un sogno di libertà, la nascita di Fabrizio. Ma in lei c'è un abisso, quello di un'identità negata, che le costa l'incomprensione di sé e del figlio. Come una tara lo "strappo nell'anima" si trasmette a Fabrizio, caduto nel tunnel della droga. Cercando di ricucire il rapporto con il figlio, Stefania risale alla parte negata della propria infanzia nel tentativo di recuperare la propria origine ebrea.
    + Leggi tutto
    commenti


Elena Loewenthal

Elena Loewenthal, nata a Torino nel 1960, è dottore di ricerca in Ebraistica, lavora da anni sui testi della tradizione ebraica e traduce letteratura d'Israele. Nel 1999 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali le ha assegnato un premio speciale per la sua attività di traduzione e di pubblicistica sui temi della giudaistica. Collabora alla "Stampa" e a "Tuttolibri", dove tiene una rubrica intitolata Terre Promesse. Per Frassinelli ha pubblicato Figli di Sara e Abramo, Viaggio fra gli ebrei d'Italia e Lo strappo nell'anima.

leggi tutto

Caratteristiche tecniche

  • COD. ARTICOLO
    978887684883
  • ANNO DI USCITA
    2005
  • PAGINE
    168


Become a fan

Ti potrebbero interessare anche



Commenti


Più venduti