• Narrativa

    Pelagija e il monaco nero

    Boris Akunin

    Nella Russia dei Romanov c'è un luogo di immensa bellezza naturale, un vero paradiso in terra che è anche una macchina per far soldi. Fondato da un eremita che si ritirò su una delle isole dell'arcipelago è diventato col tempo luogo di pellegrinaggio per ricchi fedeli e per monaci aspiranti alla santità, che però, a differenza dei primi, muoiono nel giro di un anno alla luce di sinistri bagliori, circondati da allegri profani che indulgono ai piaceri della terra. Su tutto questo, domina indiscusso padre Vitalji, più capitano d'industria che devoto uomo di religione. Ma un giorno, arriva un nero fantasma a turbare questo miscuglio di sacro e profano, terrorizzando i monaci, abbattendo gli utili e uccidendo uno dopo l'altro gli emissari del vescovo. Suor Pelagjia, la suora investigatrice, finirà come sempre per buttarsi a capofitto nel mistero.
    + Leggi tutto
    commenti


Boris Akunin

Boris Akunin è lo pseudonimo adottato da Grigori Tchkhartichvili, saggista, traduttore, narratore di origini georgiane. Nato nell'ex Unione Sovietica nel 1956, dal 1958 vive a Mosca. Laureato in filologia e storia orientale, si è specializzato in lingua e letteratura giapponese, è presidente del Comitato accademico della Biblioteca Giapponese in 20 volumi e della fondazione Puskiniana. Ha pubblicato un importante saggio sul rapporto tra letteratura e suicidio e tradotto scrittori quali Yukio Mishima. La serie di Erast Fandorin, pubblicata in Italia da Frassinelli, è diventata un vero e proprio caso letterario internazionale. Tradotta in tutta Europa, in Russia ha venduto tre milioni di copie; e nel 2001, per il secondo anno consecutivo, ha valso all'autore il Premio Bestseller Nazionale Russo e il Premio Nazionale Russo Booker.

leggi tutto

Caratteristiche tecniche

  • COD. ARTICOLO
    978887684768
  • ANNO DI USCITA
    2004
  • PAGINE
    384


Become a fan

Ti potrebbero interessare anche



Commenti


Più venduti