• Narrativa

    Una tragedia americana

    Theodore Dreiser

    La vicende di Clyde procedono per ondate burrascose, come in preda ad ambizioni irrequiete che sempre vengono sconfitte, che stringono al cuore la sua vita e non gli lasciano scampo, come non ne lasciano all'attenzione del lettore di questo che è il più grande romanzo naturalista americano. Clyde Griffith corteggia Roberta Alden, una commessa di Kansas City che divide con lui la povertà e allo stesso tempo la voglia di lasciarsela alle spalle, riscattandosi socialmente. Ma Clyde crede di poter prendere una scorciatoia corteggiando anche la ricca Sondra. Preludio a quello che succederà a Roberta è il fatto che la sorella di Clyde viene sedotta e abbandonata. La commessa avrà però meno fortuna, perché nella mente del ragazzo comincia a farsi largo l'idea di un delitto che dovrebbe svincolarlo dai suoi problematici legami e renderlo libero, soprattutto economicamente...
    + Leggi tutto
    commenti


Theodore Dreiser

Theodore Dreiser (Terre Haute, Indiana, 1871 - Hollywood, 1945) nacque in una umile famiglia dominata dal rigorismo cattolico del padre, un emigrante tedesco. A vent'anni iniziò l'attività di reporter, prima a Chicago, poi a St. Louis, Pittsburgh e New York. Nel frattempo cominciò a interessarsi alla letteratura, in particolare al naturalismo (Balzac, Huxley, Spencer). Scrittore controverso per le apparenti asperità del linguaggio i suoi romanzi descrivono la violenza e lo squallore della vita urbana, uniti alla capacità di illuminarne e svelarne anche il magico e l'arcano.

leggi tutto

Caratteristiche tecniche

  • COD. ARTICOLO
    978887684444
  • ANNO DI USCITA
    1997
  • PAGINE
    1064


Become a fan

Ti potrebbero interessare anche



Commenti


Più venduti