• Tifare contro

    Giovanni Francesio

    Una storia degli ultras italiani

    Dalla fondazione del primo gruppo ultras alle morti dell'agente Filippo Raciti e del tifoso Gabriele Sandri sono passati quarant'anni, eppure in molti sanno ancora troppo poco del mondo ultras. Giudizi sferzanti e sommari riempiono le colonne dei giornali: "tutti delinquenti", "sono bestie e come tali vanno trattati", "il male assoluto del calcio". Ma in attesa di una terapia più efficace di quella praticata finora - ovvero botte e diffide - e di una gestione meno anacronistica degli stadi è il momento giusto per provare a sollevare il velo dell'ipocrisia e fare luce su un fenomeno che del discusso "sistema calcio" non è nemmeno la parte più marcia. Questo libro se ne assume il compito.
    commenti


Giovanni Francesio

"Sono nato nel 1970. Sono andato allo stadio la prima volta nel 1976. Non ho mai smesso. Per molti anni sono stato un ultras. Questo mi ha portato a fare migliaia di chilometri di trasferte, a essere coinvolto in scontri con tifosi avversari e forze dell'ordine, a scappare, ad avere paura, ma anche a provare le uniche emozioni collettive della mia vita, a gioire e soffrire insieme agli altri, a sentirmi parte di un mondo "libero e vero" che sentivo e sento ancora mio."
Giovanni Francesio

leggi tutto

Caratteristiche tecniche

  • COD. ARTICOLO
    9788820045050
  • ANNO DI USCITA
    2008
  • PAGINE
    232


Become a fan



Commenti



Più venduti