Brevi riflessioni di fisica quantistica: Un universo da scoprire – (Fabio Fracas 48)

15/05/2019

L'AUTORE RACCONTA


  • “Einstein quindi sbagliò quando disse: ”Dio non gioca a dadi“. La considerazione dei buchi neri suggerisce infatti non solo che Dio gioca a dadi, ma che a volte ci confonde gettandoli dove non li si può vedere.”

    Questo pensiero di Stephen Hawking si può leggere nel saggio “La natura dello spazio e del tempo” – del 1996, scritto assieme al matematico inglese Sir Roger Penrose – e rappresenta l’ideale continuazione della riflessione iniziata nel lontano 4 dicembre del 1926, da Albert Einstein. In quella data, infatti, Einstein scrisse all’amico e collega Niels Bohr per mettere in evidenza quelli che, nel suo pensiero, erano i problemi aperti della fisica quantistica. E lo fece proprio coniando la famosa frase “Dio non gioca a dadi con l’Universo”.

    Oggi, però, stiamo cominciando a vedere molti dei dadi sparsi per l’Universo ed è dello scorso 10 aprile 2019 la notizia della prima immagine “scattata” a un buco nero: il corpo celeste teorizzato da Karl Schwarzschild nel 1916, grazie ai principi della Relatività Generale di Einstein, e al cui studio ha dato un importante contributo proprio Stephen Hawking. Lo storico successo lo si deve all’Event Horizon Telescope, collaborazione internazionale che vede la partecipazione di centri di ricerca in tutto il mondo. Ed è grazie al progetto BlackHoleCam, dell’EHT, che finalmente possiamo osservare la foto del buco nero da sei miliardi di masse solari situato al centro della galassia Messier 87, nell’ammasso della Vergine. Dadi e buchi neri, grazie alla ricerca scientifica, continuano così a dialogare fra loro.


Commenti


Fabio Fracas

Fabio Fracas

Fabio Fracas - già Docente Invitato per la SISF/ISRE, Scuola Superiore Internazionale di Scienze della Formazione, e Graduate Research Assistant presso la Florida Atlantic University di Boca Raton, USA - è docente di Fisica applicata alla Radioterapia e alla Radioprotezione presso il Dipartimento di Medicina dell'Università di Padova. I suoi...

leggi tutto



Dal Blog di Sperling vai al Blog


Autori



vedi tutti

Become a fan

Eventi



vedi tutti

Più venduti