Daniel Mazza ad ottobre in libreria

Daniel Mazza a 24 anni ha un lavoro in un aeroporto e un sogno: andare in Australia. Lavorando sodo, riesce ad acquistare un biglietto di sola andata per Sydney. Una nuova vita lo aspetta e quando scende dall’aereo si innamora ancora di più di quella terra. Comincia così la prima di molte appassionanti avventure che Daniel racconta nel suo blog, sempre più seguito. Dopo un anno in Australia, riesce a ripartire per nuove mete, la Thailandia, l’Indonesia, il Vietnam, mentre la sua passione diventa un meraviglioso lavoro. Sincero, aperto, adrenalinico, Daniel diventa un viaggiatore e un vero esploratore che  con il sorriso e la sua voglia di scoprire riuscirebbe a convincere anche il più ostinato sedentario a fare la valigia e a partire alla ventura. Un appassionante racconto che ci porta in luoghi meravigliosi, alla scoperta di emozioni, incontri, colori che lasciano un’eco profonda.

L’autore:

Daniel Mazza, nato nel 1988 a Ciriè, in provincia di Torino, nel 2008 inizia a lavorare come addetto alla sicurezza all’aeroporto di Torino. Nel 2010 crea il blog Mondo Aeroporto, dove racconta aneddoti relativi al suo lavoro, blog che in pochissimo tempo viene seguito da centinaia di migliaia di followers, tanto che, nel 2014, Daniel ne fa un libro, Mondo Aeroporto, autopubblicato, che rimane in vetta alle classifiche dei libri più venduti su Amazon per diverse settimane. Nel 2012 decide di dare una svolta alla sua vita chiedendo un aspettativa  dal suo lavoro e trasferendosi in Australia, a Sydney, dove rimane per quasi un anno. Nel 2016 abbandona definitivamente il lavoro in aeroporto e con Gabriele Saluci dà vita all’iniziativa “Carichi per il Vietnam”, partendo per un viaggio solidale che lo porta a percorrere quasi quattromila chilometri in sella a una motocicletta per consegnare materiale scolastico a decine di orfanotrofi vietnamiti (le riprese del viaggio vengono trasmesse su Rai Tre durante la trasmissione Kilimangiaro). Oggi organizza viaggi di gruppo con i followers del suo blog. In tre anni quasi duemila persone hanno già viaggiato con lui. Sogna di visitare il Tibet, l’isola di Pasqua, il Salar de Uyuni in Bolivia e di percorrere interamente la Panamericana per scrivere altri libri di viaggio.

Become a fan