Piuttosto che…

Quando le buoni abitudini linguistiche passano attraverso la musica.

Non solo petizioni dai cruscanti e borbottii di attempati professori: stavolta la lotta contro il “piuttosto che” usato erroneamente come disgiunzione al posto di “o” arriva da un giovane cantautore italiano che vive a Bruxelles. Stanco della storpiatura (una ripetuta violenza all’italiano che ormai sembra sdoganata) il simpatico Giacomo Lariccia porta avanti la sua battaglia linguistica.

Ecco come.

Noi sosteniamo, appoggiamo e condividiamo!

Become a fan