I cattivi di Stephen King

Per la traduzione di Mr. Mercedes, il particolare essenziale è stato trovare la voce italiana di Brady Hartsfield. Perché lui è il cattivo della porta accanto. La banalità del male personificata. Un ragazzo capace di una strage impensabile e di nascondersi dietro a un sorrisone quando fa la spesa al supermercato. La sua voce originale parla di un’oscurità racchiusa in un involucro gelido, a proteggerla dagli sguardi esterni. Parla della suburbia americana in preda a una recessione devastante.

Brady non è il pagliaccio di It. La succhia-luccicanza con il cappello a cilindro di Doctor Sleep. I vampiri de Le notti di Salem. Il proprietario luciferino del negozio di Cose preziose. Non è un  dottorino calvo di Insomnia o le creature extraterrestri de L’acchiappasogni o gli zombie di Cell o le bestie da un’altra dimensione de La nebbia, in un elenco che potrebbe continuare per migliaia e migliaia di battute.

No. Per l’apparentemente normalissimo Brady Hartsfield l’unica priorità è ferire il mondo, lasciando un segno, per citare un passo di Mr. Mercedes. E per lui l’unica verità è il buio.

(Giovanni Arduino, traduttore di Stephen King)

Ma chi è il cattivo più cattivo nei romanzi di Stephen King? ditecelo con un tweet o un post su Facebook usando #CattiviDiKing

Cosa è successo a Danny Torrance?

Nella postfazione a Doctor Sleep, Stephen King ammette di avere sempre voluto sapere che cosa fosse successo a Danny Torrance di Shining dopo il disastro dell’Overlook Hotel. Per questo ho dovuto scrivere il seguito, aggiunge (cito a memoria, non sono andato a controllare; in questi tempi di Google e Wikipedia, cerco di farlo sempre meno). Bene, anch’io. Nel senso che anch’io ero curioso.

E mi è piaciuto scoprirlo traducendo Doctor Sleep (quindi entrando dentro il romanzo come probabilmente solo l’autore, oltre a me, ha potuto fare), ma prima rileggendo Shining, rivedendo il film di Kubrick, una discutibile miniserie televisiva e un assurdo ma affascinante documentario sull’argomento, rileggendo le interviste a King in tema, partecipando a incontri aperti dell’Alcolisti Anonimi…

Grazie a tutto questo (e non solo), ho davvero rincontrato un vecchio amico, Danny, e mi sono appassionato a sentirgli raccontare che cosa gli fosse capitato.

Scommetto che lo stesso succederà anche a voi. Perché gli antichi ricordi, come i migliori o i peggiori fantasmi, non svaniscono mai.

(Giovanni Arduino, traduttore di Stephen King) 

Cose da venerdì 13

Possiamo dire che più che sfortunata, questa giornata è DIGITAL: per una strana congiunzione di fatti, tutto ciò che ci riguarda oggi è legato agli ebook

Prima notizia, non da poco: Stephen King firma insieme al figlio Joe Hill Nell’erba alta un racconto dall’incipit straordinario (che qui vi riportiamo) e che contiene anche un’anticipazione di Doctor Sleep.

Lui voleva un attimo di silenzio invece dell’autoradio, e di conseguenza potrebbe essere stato per colpa sua. Lei voleva far entrare aria fresca al posto di quella condizionata, quindi potrebbe essere stata sua la colpa. Il fatto è che senza entrambe le cose non avrebbero mai sentito il bambino e quindi si trattò di una combinazione di cause, in perfetto stile Cal e Becky, visto che avevano passato le loro intere esistenze appiccicati insieme.

Sempre del Re da oggi su tutti gli store i grandi romanzi in formato ebook: parliamo di Misery, The Dome, Duma Key solo per citarne alcuni. 

Da una distinta signora inglese che ci ha fatto sognare con due grandi romanzi (L’imprevedibile viaggio di Harold Fry e Il bizzarro incidente del tempo rubato) ecco una piccola favola metropolitana, dal sapore natalizio e dall’odore di passato. Un lieve profumo di limone, esclusivamente in ebook. Grazie, Rachel!

Sapete cos’è un daily deal? è un’occasione da non perdere. Oggi ve ne proponiamo tre, tre ebook scontatissimi che potrete acquistare su tutti gli store online: L’amore è un bacio di dama a € 1,99, Amori a tempo determinato e Il primo caffé del mattino a € 2,99.

Insomma, a noi questo venerdì 13 piace tantissimo! #DigitalDay

Become a fan