Terzo Congresso Nazionale di Slow Medicine 7 marzo 2015

Fare…Pensare…Fare: questo il titolo del terzo Congresso Nazionale di Slow Medicine, che si svolgerà a Torino il 7 marzo 2015. Negli ultimi quattro anni Slow Medicine ha riunito persone partite dal loro agire quotidiano nei diversi ambiti della cura, per giungere alla convinzione che un cambiamento slow è possibile.

Dopo l’uscita come corso ECM FAD Slow Medicine dell’ebook edito da Sperling & Kupfer *, il libro-manifesto sulla rivoluzione sobria, rispettosa e giusta nella medicina, Ebookecm sarà parner al terzo Congresso Nazionale. Con questa iniziativa, Ebookecm rafforza la sua collaborazione con l’Associazione che propone un nuovo modo di intendere salute, cura e sanità, grazie anche ad un ampio consenso tra società scientifiche ed associazioni professionali.

Dal 7 marzo 2015 saranno inoltre disponibili su Ebookecm gli atti del Congresso attraverso un nuovo corso ECM FAD su ebook accreditato ECM, contenente i contributi dei relatori, alcuni articoli significativi collegati ai temi del congresso e sarà in seguito completato dalle registrazioni degli interventi. Se vorrete, veniteci a trovare a Torino il 7 marzo, vi aspettiamo.

* http://www.ebookecm.it/corsi-ecm-fad/slow-medicine-23.html

Slow medicine: scegliere con saggezza

SECONDO CONGRESSO NAZIONALE SLOW MEDICINE

Scegliere con saggezza: perché fare di più non significa fare meglio

Torino, 30 novembre 2013  Sala del Piccolo Regio ore 9:00 – 18:00

“ Una medicina sobria rispettosa e giusta è possibile.” Per dimostrarlo, si riuniscono a Torino sabato 30 novembre rappresentanti di Società Scientifiche, Ordini e collegi professionali, associazioni di cittadini.

L’obiettivo del progetto, e del lavoro di Slow Medicine, è  ridurre la prescrizione di interventi non necessari,  rendere i cittadini più consapevoli dei rischi di una medicalizzazione eccessiva della vita e contrastare il consumismo sanitario. Fra gli strumenti principali l’informazione corretta dei cittadini e la loro partecipazione attiva alle scelte per la loro salute.

Al congresso verranno presentati e discussi i  primi risultati del progetto Fare di più non significa fare meglio, che ha portato le Società Scientifiche aderenti a individuare le cinque pratiche a più alto rischio di inappropriatezza (benefici non certi per il paziente, rischi o svantaggi troppo alti, costi ingiustificati).

SCARICA IL PROGRAMMA

Become a fan