Sono la loro città, Torino. Il resto è ossigeno.

Ho visto Arturo e Sara conoscersi in riva al Po, una notte d’estate: tanta musica, qualche sorriso timido e nulla di più. Li ho rivisti qualche anno dopo, a San Salvario. Io stavo rinascendo, stavo lavando via dai miei muri il grigiore del passato, e i turisti si stavano accorgendo di me e della mia bellezza. Sono passati gli anni, io sono diventata la città delle Olimpiadi, dei musei e dell’arte, e loro due erano sempre qua, fra le strade del centro, impegnati a costruire la famiglia che avevano scelto. Mano nella mano, il sabato mattina a fare la spesa a Porta Palazzo, la sera a cena, seduti in un’osteria, e tutti i giorni, nella straordinaria normalità delle coppie felici.

E poi li ho visti a un bivio, ho visto Arturo scappare disperato, la cravatta allentata e il respiro corto, e Sara ferma al suo posto, traballante ma decisa a mandare avanti una vita cambiata all’improvviso. 

Custodisco tutti i loro ricordi, tutti, uno dopo l’altro, appiccicati ai muri, nascosti nei portoni, abbandonati nelle strade.

Chissà se serve ritrovare chi sei stato, per poter capire chi sarai domani.

Lui è Arturo. Il resto è ossigeno.

Se avesse dovuto parlare di sé un mese fa, Arturo non avrebbe avuto problemi. Una moglie, una figlia, un lavoro interessante, tanti viaggi in giro per il mondo. Quella voce bambina che lo accoglieva ogni sera, e gli occhi di lei, della donna che ha sposato, che sapevano capire al volo che tipo di giornata aveva vissuto.

Oggi però non è semplice per lui raccontarsi. C’è stato un giorno, era il 5 di aprile, in cui è scappato via da tutto. Da loro due, dal suo lavoro e dalla sua vita.

Ha cominciato a camminare, ore e ore in giro per Torino. Più cammina più lo raggiungono i ricordi: il ragazzo che era, i sogni che a un certo punto ha smesso di ascoltare, le scelte che ha fatto senza accorgersene.

Lui è Arturo, un uomo normale che non riesce più a riconoscersi.  

Lui è Arturo. Il resto è ossigeno.

E qui si racconta Sara. 

Qui, invece, parla la loro città, Torino.

Io sono Sara. Il resto è ossigeno

Amo il cielo su Torino quando è azzurro, ed è di un azzurro pieno, unico, intenso.

Amo le montagne che ci circondano e questo potersi sempre orientare: a ovest le Alpi, a est le colline.

Amo giocare con mia figlia, Giulia, di 7 anni, basta che non mi chieda di inventare giochi: che mi guidi lei, che decida lei se devo essere la nonna di Cappuccetto Rosso, un minipony o la cugina di Barbie. Mi piace quando lei è la regista, e io recito per farla felice.

Amo viaggiare. Per lavoro, quando sono a cena la sera in hotel da sola e osservo le persone e immagino le loro storie. Ma amo anche tanto, tantissimo, viaggiare con la mia famiglia, e ho ancora nel cuore tutti i posti in cui siamo stati insieme. Parigi, gli Stati Uniti, Londra, ma anche le Langhe, in quelle domeniche mattina nebbiose in cui un piatto di vitello tonnato e un bicchiere di vino rosso ti scaldano la pelle e il cuore.

Amo essere mamma, ma amo tanto anche il mio lavoro. Mi occupo di comunicazione in una grande azienda, ed è quello che ho sempre voluto fare, fin da quando ero una studentessa universitaria.
Ho avuto un’infanzia felice, se per felice si intende il non subire grandi traumi e il sorridere spesso. Ma quando cresci e diventi genitore a tua volta, ti succede di fare degli errori, e di vedere in quegli errori le tracce di chi ti ha cresciuto.

Mi sono divertita, ho ballato, mi sono innamorata in quegli anni in cui hai tutta la vita davanti e sei troppo impegnata a ridere per rendertene conto.

Una notte d’estate ho conosciuto l’uomo che poi è diventato mio marito e il padre di mia figlia. Abbiamo costruito una quotidianità, giorno dopo giorno, fatta di calore, di supporto e di amore. O almeno, questo è quello che pensavo.

Mi chiamo Sara, e mio marito Arturo se n’è andato di casa il 5 aprile, poco meno di un mese fa, e io sto vivendo questi giorni come anestetizzata.

So che sono stata felice. So che ho amato il senso di calore e di famiglia del tornare a casa la sera e cenare tutti insieme, d’inverno, con il freddo appiccicato alle finestre e le chiacchiere che raccontano la giornata passata.

Ma non so cosa succederà domani, e forse non so nemmeno cosa sia successo davvero ieri, e l’altroieri.

Io sono Sara, lui è Arturo e qui parla la nostra città, Torino. Il resto è ossigeno.

Anna Todd – tour in Italia

Ecco tutti gli appumenti di Anna Todd in Italia per la presentazione del romanzo BEFORE

Martedì 29 marzo
Milano. Anna Todd firma copie del libro BEFORE  e incontra il pubblico presso il  Mondadori Megastore, Piazza del Duomo 1, dalle ore  16 alle ore 18.45  More info >>http://eventi.mondadoristore.it/it/event/2016/03/29/anna-todd-instore-a-milano/481/

Mercoledì 30 marzo
Torino. Incontro con Anna Todd e presentazione del libro BEFORE  presso il Salone Off 365/Student Zone, Via Murazzi del Po 26 lato sinistro, ore 16 >>https://www.facebook.com/events/1009645139105963/​
 
Torino. Anna Todd firma copie del libro BEFORE e incontra il pubblico presso il Mondadori Megastore, Via Monte di Pietà 2, ore 18  More info >>http://eventi.mondadoristore.it/it/event/2016/03/30/anna-todd-instore-a-torino/482/
 
Giovedì 31 marzo
Paderno Dugnano (Milano). Anna Todd firma copie del libro BEFORE e incontra il pubblico presso la Galleria del Centro Commerciale Brianza, Strada Statale 35 dei Giovi, – 1°piano, ore 17 More info >> tutti coloro che prenotano e acquistano Before presso il Carrefour del Centro Commerciale Brianza potranno avere un accesso prioritario alla signing session con Anna Todd. Il libro sarà disponibile a partire da martedì 29 marzo.

Sabato 2 aprile
Roma. Anna Todd firma copie del libro BEFORE e incontra il pubblico a La Feltrinelli Libri e Musica, Largo di Torre Argentina 5A, ore 15.  More info >> Acquista il libro alla Feltrinelli di Largo di Torre Argentina e ritira il pass* che dà accesso prioritario al firmacopie. *1 pass per ogni libro acquistato, fino a esaurimento. http://www.lafeltrinelli.it/fcom/it/home/pages/puntivendita/eventi/Roma/2016/Aprile/Firmacopie-Con-Anna-Todd-16310.html

 
Roma. Anna Todd firma copie del libro BEFORE e incontra il pubblico presso la Galleria Commerciale Porta di Roma, Via Alberto Lionello 201. L’autrice sarà presentata da Mauro Evangelisti. L’evento è organizzato in collaborazione con Auchan, ore 18-20. More info >> Priorità di accesso per i fan che a partire da martedì 29 marzo acquisteranno presso Auchan il nuovo romanzo di Anna Todd “Before” e ritireranno il pass (1 libro = 1 pass). I fan che il 2 aprile presenteranno il pass ricevuto da Auchan all’acquisto del romanzo + la copia del libro, avranno priorità di accesso alla signing session di Anna Todd. Esaurita la coda dei fan muniti di pass, potranno accedere anche i fan senza pass, purché abbiano con sé il libro. https://www.facebook.com/events/1549174172078881/​

 
Domenica 3 aprile
Napoli. Anna Todd firma copie del libro BEFORE e incontra il pubblico a La Feltrinelli Libri e Musica, Piazza dei Martiri,  ore 11.30. More info >> http://www.lafeltrinelli.it/fcom/it/home/pages/puntivendita/eventi/Napoli/2016/Aprile/Firmacopiecon-Anna-Todd-16305.html

Salone del libro di Torino 2015 – Sperling & Kupfer e Frassinelli

INCONTRI SALONE DEL LIBRO TORINO 2015

GIOVEDI’ 14 MAGGIO 2015

ore 16.00 – Spazio Book to the future

Sperling & Kupfer

Flumeri & Giacometti presentano “Scrivilo sulla mia pelle”-  amore ed eros svelano il fascino della Ciociaria. Con Roberto Accornero, Lidia Ravera, Maurizia Rebola, Grazia Rusticali.

A volte le parole possono sedurre. Lo dimostra attraverso i suoi racconti erotici  l’affiatata coppia di sceneggiatrici e scrittrici, tra le firme di punta della collana di narrativa in ebook SperlingPrivé.

VENERDI’ 15 MAGGIO 2015

ore 11.00 – Caffè Letterario

Frassinelli

Simone Perotti  presenta “Un uomo temporaneo”   con Alessandro Perissinotto e Giovanni Francesio con la partecipazione di un  gruppo di lettura.

Un’ora con… Simone Perotti

L’autore torna a interrogarsi sul mondo del lavoro con un romanzo magico e realistico insieme.

ore 17.30 – Sala Rossa

Sperling & Kupfer

Sveva Casati Modignani presenta  “La vigna di Angelica”  con Bruno Gambarotta.

Una nuova saga famigliare che ha per protagonista una imprenditrice coraggiosa.

ore 19.00 – Sala Blu 

Sperling & Kupfer

Andrea Antonello presenta “Baci a tutti”  – Con l’autore intervengono Franco Antonello.

Il mondo di Andrea. Un nuovo modo di vivere l’autismo.

Protagonista del best-seller “Se ti abbraccio non avere paura”, Andrea è diventato il simbolo dei ragazzi in lotta contro l’autismo.

ore 20.00 – Spazio Incontri

Sperling & Kupfer con l’Istituto della Enciclopedia Italiana

Valeria Della Valle partecipa all’incontro “La cultura degli italiani. Treccani 1925-2015”.

Presentazione del volume “Novanta anni di cultura italiana” con Ferruccio de Bortoli,  Tullio Gregory e Giovanni Puglisi. 

SABATO 16 MAGGIO 2015 

ore  19.00 – Spazio Incontri

Sperling & Kupfer

Niccolò Zancan presenta “Ti mando un bacio” con Aldo Cazzullo.

Cinque storie per raccontarne una sola: la difficoltà di fare il genitore al tempo della crisi.

DOMENICA 17 MAGGIO 2015  

ore 14.00 – Caffè letterario

Frassinelli

Patrick Fogli presenta “Io sono Alfa”  con Ranieri Polese e con la partecipazione del gruppo di lettura “Letture di Traverso” (Cooperativa letteraria – Biblioteca civica centrale di Torino).

Un’ora con… Patrick Fogli

Un romanzo che mette al centro la nostra società, con le sue alienazioni e le sue paure.

Ore 14.30 – Arena Bookstock Village

Sperling & Kupfer

Nina George presentaUna casa sul mare del nord”  con Isabella Bossi Fedrigotti.

Partire per ritrovarsi, leggere per innamorarsi.

Autrice del fortunato esordio Una piccola libreria a Parigi. 

LUNEDI’ 18 MAGGIO 2015

ore  15.00 – presso Unione Industriale (via Vincenzo Vela, 17)

Sperling & Kupfer

Niccolò Zancan presenta “Ti mando un bacio” Interviene: Massimo Gramellini. 

Cinque storie per raccontarne una sola: la difficoltà di fare il genitore al tempo della crisi.

Ore 17.30 – Sala Rossa

Sperling & Kupfer

Federico Buffa presentaStorie mondiali”con Carlo Pizzigoni.

Un secolo di calcio in 10 avventure.

Become a fan