Libri che verranno… In autunno!

Ci piace guardare avanti e darvi in anteprima notizia dei libri che usciranno dopo l’estate.

“E’ venuto un momento che tutto si ferma e matura” sciveva Cesare Pavese. Ecco settembre, che tra refoli d’estate e profumo di inizio autunno, ci porta due libri molto interessanti.

Anna e l’uomo delle rondini di Gavriel Savit: è stato subito bestseller del New York Times, un romanzo d’esordio sorprendente che la critica ha paragonato a Storia di una ladra di libri. Cracovia nel 1939 non è esattamente il posto migliore dove crescere. Le strade sono invase da soldati in marcia e cani feroci. Anna ha solo sette anni quando i tedeschi portano via suo padre…

The Fireman – L’uomo del fuoco, l’attesissimo ritorno di Joe Hil (degno figlio di cotanto padre, Stephen King): a settembre il primo volume a cui seguirà, a novembre, il secondo The Fireman – L’isola della salvezza.

I custodi di Slade House dI David Mitchell (ed. Frassinelli) è “una storia selvaggiamente invetiva, paurosa e profondamente umana”. Una grande e avvincente favola gotica in cui si mescolano sapientemente i generi fno alla sorpresa finale.

“Poi l’estate svanisce e passa, e arriva ottobre. Si fiuta l’umidità, si sente una chiarezza insospettabile, un brivido nervoso, una veloce esaltazione, un senso di tristezza e di partenza.” Le nostre proposte si adattano alle parole di Thomas Wolfe e racchiudono tutte le sfumature di questo mese…

Una vita perfetta di Danielle Steel: il rapporto tra una madre e una figlia costrette a mantenere in apparenza una vita perfetta, mentre fanno i conti con la sofferenza, le incomprensioni e il lato oscuro della ceelbrità.

Atteso dalle fan di Kiera Cass l’arrivo in Italia di The Siren. Il romanzo d’esordio della Cass, self-pubiished nel 2009, esce ora in una nuova versione, completamente riscritta ed editata.

The end of watch – Fine turno, di Stephen King, uscito il 7 giugno in America, arriverà in Italia a ottobre. Brady, il cattivissimo killer di Mr.Mercedes, si risveglia e toccherà al detective Hodges fermarlo. Una chiusura terrificante per la trilogia hard-boiled di King.

“Ed è novembre. I pomeriggi sono più laconici e i tramonti più austeri. Novembre mi è sempre sembrato la Norvegia dell’anno”: i versi di Emily Dickinson ci portano verso fine anno.

Arriverà l’atteso seguito de L’assassino – Il ritorno di Robin Hobb. Che cosa c’è di più pericoloso di un uomo che non ha più nulla da perdere?

Ma la grande novità del 2016 è che, dopo After, arriverà la nuova serie di Anna Todd, il cui protagonista è uno dei personaggi di After, Landon Gibson. Ma di Nothing More ancora non possiamo dire molto…

  

IT il Film

It, il capolavoro di Stephen King, tornerà, come quasi tutti gli appassionati ormai sanno, sul grande schermo, diviso in due parti realizzate da New Line Cinemas. La data ufficiale di uscita del primo film per l’America è l’8 settembre 2017.

In questa prima parte si parlerà della lotta dei componenti del Losers Club (Bill, Richie, Bev, Eddie, Mike, Ben e Stanley) contro il terribile clown Pennywise.

Nella seconda, i personaggi divenuti adulti faranno i conti con il ritorno di IT e si troveranno ad affrontare, ciascuno, il proprio passato.

Cosa aspettarci dopo l’adattamento degli anni 90? 

Ecco il cast, quasi completo, della prima puntata:

Bill Skarsgård (Hemlock Grove, The Divergent series) -> Pennywise 

Owen Teague (BloodlineMercy Street) -> Patrick Hockstetter

Jaeden Lieberher (St. Vincent, Masters of Sex) -> Bill Denbrough (capo del Losers Club)

Finn Wolfhard (Supernatural) -> Richie Tozier

Wyatt Olef (Guardians of the Galaxy) -> Eddie Kaspbrak

Chosen Jacobs (Hawaii Five-O) -> Mike Hanlon

Jeremy Ray Taylor (Ant-Man) -> Ben Hanscom

Jack Grazer -> Stanley Uris

FINE TURNO (End of Watch) di Stephen King a ottobre in Italia

Stephen King chiude la sua serie hard-boiled con un finale degno della sua fama: terrificante. L’11 ottobre in Italia, End of Watch con il titolo FINE TURNO, il tezo capitolo della trilogia dedicata al detective Hodges. Anche in ebook. >>qui un approfondimento

Nella camera 217 dell’ospedale qualcosa si è risvegliato. Qualcosa di malvagio… Brady Hartsfield, il killer della Mercedes, è rimasto in coma per cinque anni, ma dietro lo sguardo vitreo, l’assassino è vigile. E padrone di un potere distruttivo, il cui primo obiettivo è il detective Bill Hodges. Per fermare il mostro dotato di poteri sovrannaturali, questa volta Hodges dovrà ricorrere a qualcosa di più forte dell’intelligenza e del cuore. La sua anima.

ULTIME NOTIZIELa Sonar produrrà una miniserie TV tratta dalla trilog ia del detective HodgesDiretta da Jack Bender, il regista di Lost e The Dome, vedrà il carismatico Brendan Gleeson (ve lo ricordate nei fim di Harry Potter?) nei panni del Detective Kermit “Bill” Hodges. 

L’uscita è prevista per il 2018.

«Questo libro è la mia personale incursione nei mondi del fantasy e dell’horror, che mi hanno deliziato e spaventato a morte. È una danza. A volte spengono le luci, in sala da ballo. Ma balliamo lo stesso, io e voi. Anche al buio. Specialmente al buio. Mi concedete questo ballo?»

Il bazar dei brutti sogni – The bazaar of bad dreams

In libreria dal 22 marzo 2016  (uscita il 3 novembre 2015 in America), ecco la raccolta di venti racconti firmata da Stephen King dal titolo Il bazar dei brutti sogni. L’autore avverte di stare attenti: “the best of them have teeth”.

Alcuni racconti sono già stati pubblicati (in Italia, ad esempio, Miglio 81, uscito solamente in ebook), altri sono inediti, ma nell’introduzione King dimostra il suo genio con una riflessione che, in fin dei conti, riguarda anche noi lettori: si può rileggere, ma si legge ogni volta con occhi diversi. Voi che ne dite?

Ecco cosa scrive Stephen King: 

“Alcuni di questi racconti sono già stati pubblicati, ma ciò non significa che fossero conclusi allora o che lo siano adesso. Finchè uno scrittore non muore o si ritira dalle scene, le sue storie non sono mai compiute e richiedono sempre ulteriori ritocchi o revisioni. Tra queste pagine ce ne sono anche di inedite. C’è un ultimo punto che tengo a sottolineare, ovvero quanto sia felice, Fedele Lettore, che siamo ancora qui, tu e io.

Figo, vero?”

Ecco l’indice dei racconti:

Nota dell’autore 

Introduzione 

Miglio 81 Traduzione di Giovanni Arduino

Premium Harmony  Traduzione di Giovanni Arduino

Una rissa per Batman e Robin Traduzione di Giovanni Arduino

La duna Traduzione di Giovanni Arduino

Il bambino cattivo Traduzione di Alfredo Colitto

Una morte Traduzione di Christian Pastore

La chiesa d’ossa Traduzione di Alfredo Colitto

Morale Traduzione di Christian Pastore

Aldilà Traduzione di Christian Pastore

Ur Traduzione di Alfredo Colitto

Herman Wouk è ancora vivo Traduzione di Chiara Brovelli

Giù di corda Traduzione di Chiara Brovelli

Blocco Billy Traduzione di Chiara Brovelli

Mister Yummy Traduzione di Christian Pastore

Tommy Traduzione di Alfredo Colitto

Il piccolo dio verde del dolore Traduzione di Chiara Brovelli

Quell’autobus è un altro mondo Traduzione di Chiara Brovelli

Io seppellisco i vivi Traduzione di Alfredo Colitto

Fuochi d’artificio ubriachi Traduzione di Giovanni Arduino

Tuono estivo Traduzione di Giovanni Arduino

“Un buon reporter comincia sempre con i cinque fondamentali: chi, che cosa, quando, dove e perché, se riuscite a scoprirlo. Nel mio caso, il perché è piuttosto difficile.”
IO SEPPELLISCO I VIVI presente nella raccolta vince l’Edgar Award 2016 per il miglior racconto breve. 

22.11.63 Il libro e la serie

Non sono mai stato un uomo facile alle lacrime”.

22.11.63 si apre così, con un’affermazione del protagonista alla quale non si dà peso, eppure preannuncia una cosa certa, di lacrime ce ne saranno, e tante. Jake Epping, docente d’Inglese al liceo di Lisbon, Maine, è un uomo insoddisfatto dalla propria vita. Un divorzio alle spalle, un lavoro che non lo appassiona più come un tempo: il preambolo è lo stesso che apre la serie tv, prodotta da J.J. Abrams con la benedizione di uno Stephen King in stato di grazia, in onda su Fox a partire dall’11 aprile.

Quello che Jake non sa, prima di entrare nella tavola calda di Al Templeton, è che il destino lo ha messo alla guida di una missione speciale. 22.11.63 tratta temi affrontati in milioni di altri contesti: i viaggi nel tempo, l’effetto farfalla, i mutamenti del passato e le ripercussioni sul futuro alla base di queste scelte. Ma quello di cui il lettore e, di riflesso, lo spettatore non è ancora consapevole, è la splendida avventura che Jake inzia per salvare il Presidente J.F.K dall’attentato di Lee Harvey Oswald.

Una storia meravigliosa, mossa dalle pagine di un libro denso di spunti avvincenti che ci regala uno show televisivo memorabile, con buona pace di chi era convinto che non fosse più possibile adattare con la giusta dignità un romanzo di Stephen King. Una storia che brilla di emozioni e trova nell’interpretazione di James Franco e di un cast riuscitissimo la sua più alta consacrazione. Per intenderci, in certi punti siamo agli stessi livelli di Rob Reiner in Stand By me e Frank Darabont ne Il miglio verde.

Di cose ne succedono tante in 22.11.63. Intrighi, omicidi, profonde riflessioni storico-politiche, eventi sovrannaturali e misteriosi, riferimenti nascosti ad altre pietre miliari della narrativa kinghiana. La voce del Re è ovunque, palpabile, sovrasta la sceneggiatura rompendone le convenzioni in quello che – in fondo – si rileva il semplice pretesto per approfondire un avvenimento caro non soltanto a lui, che lo ricorda bene, ma anche a milioni di americani.

Non anticipiamo nulla perché è giusto che sia così, ma sappiate che le otto puntate che compongono la serie tv sono piene di motivi per cui gioire e per cui tenere i fazzoletti a portata di mano. Qualche piccola sbavatura non manca e forse lungo la strada dal libro allo schermo qualcosa è andato perso: il ritmo non sempre è ben dosato e qua e là mancano dei dettagli. D’altra parte anche i protagonisti, in una scena che non raccontiamo per non rovinarvi la sopreresa, tifano per il romanzo. Ma mai come in questo caso, al di là dei piccoli difetti e delle differenze con la storia originale, al di là della magnifica ricostruzione storica fatta di musiche, colori e macchine d’epoca che va a comporre il Texas degli anni ’60, ciò che più conta è il viaggio e quello che succede nel frattempo.

E poi c’è l’amore, Sadie, la root beer e la magia di avvenimenti accaduti in un tempo che non c’è mai stato, fragile da cancellare come un telefonino lanciato in uno stagno, difficile da modificare come un passato che lotta contro ogni interferenza. E la vita, a cui assistiamo da spettatori inermi quasi fosse un lancio di monetina su cui il nostro potere è limitato. Vita che è come una danza per la quale non scegliamo location o colonna sonora, ma balliamo comunque perché siamo stati invitati a farlo, in un finale che tocca il cuore e non veniva narrato così bene da molti anni a questa parte.

22/11/63 uscirà in una nuova edizione tascabile Pickwick in concomitanza con la serie tv e siamo sicuri che non potrà lasciarvi indifferenti. Siete pronti a innamorarvi?

(Stefano Romagna)

Stephen King e i Dollar Babies

Verso la fine degli anni Settanta, quando il suo successo era ormai conclamato, Stephen King decise di rispondere alle molte richieste di girare un film basato sui suoi racconti, che gli arrivavano da giovani aspiranti registi (studenti, filmaker in erba, eccetera).

Nacque così l’idea del Dollar Baby: se il racconto è libero (cioè non è già opzionato per un progetto cinematografico), diventa disponibile al costo di un dollaro, previa approvazione dell’autore e purché il film circoli esclusivamente fuori  dal circuito commerciale. Uno dei primi registi a fruire del Dollar Baby fu un giovanissimo Frank Darabont, lo stesso che poi girò due capolavori come Le ali della libertà e Miglio verde. Per dire.

E se avete voglia di farci un giro, esiste la pagina FB del Festival. Il Dollar Baby Film Festival, naturalmente.
https://www.facebook.com/DollarBabyFilmFestival/

Leggete la news: Massimo Volta “Un dollaro a Stephen King e ho girato il suo film a Biella”

22/11/’63 di Stephen King: arriva la serie TV

Dal 15 febbario andrà in onda su HULU in America e, finalmente, è stata annunciata anche la release europea della serie TV tratta da uno dei romanzi più intensi di Stephen King, 22/11/’63. Warner e Fox la lanceranno la prossima primavera (forse aprile) in 18 Paesi, ITALIA inclusa! 

La serie tv di nove ore è stata voluta da HULU e affidata a J.J. Abrams. Un’impresa a dir poco ardua: ridurre in poche ore i viaggi nel tempo di Jake Epping, la sua ossessione per Oswald, la storia d’amore e i tentativi di migliorare la Storia, non è facile.

Il progetto, scritto da Bridget Carpenter (High School Team, Parenthood), è stato prodotto dalla Bad Robot di Abrams e dalla Warner Bros Television.

Il ruolo di Jake Epping è stato affidato a James Franco. Ecco gli altri interpreti: Ecco personaggi e interpreti:
Chris Cooper sarà Al (proprietario del ristorante che nasconde il passaggio verso il passato), Sarah Gadon sarà Sadie (la bibliotecaria), Daniel Webber sarà Lee Harvey Oswald. 

Qualche news e foto in più qui

i #libricheverranno: il 2016 sarà un anno pieno di emozioni

Mentre ci dedichiamo a ricordare i momenti più belli ed emozionanti dell’anno che sta finendo (seguite su Facebook i nostro post #bestmemories2015), vogliamo anche guardare al futuro e prepararci a gustare un anno ricco di libri. Ecco come sarà il 2016!

GENNAIO

Si inizia con il botto, perché a gennaio arriverà in libreria NEI TUOI OCCHI il nuovo, attesissimo romanzo di Nicholas Sparks (ne abbaimo parlato qui): una grande storia d’amore, con una buona dose di thriller…

In occasione della giornata della memoria, uscirà LA PIANISTA DI VIENNA, la storia di Lisa che ha sempre sognato di diventare una pianista. Ma, nel 1938, non può più suonare perché è ebrea. Da questo libro, che è stato uno spettacolo teatrale di incredibile successo, la BBC trarrà un film.

Una giovane autrice di grande talento: presentiamo così Silvia Montemurro che scrive CERCAMI NEL VENTO. Teo e Camilla pensano che il loro amore possa resistere a tutto, si sentono invincibili e sarà allora che la vita li costringerà ad affrontare una prova terribile.

FEBBRAIO

I PASSI CHE CI SEPARANO di Marian Izaguirre (autrice di La vita quando era nostra) è un romanzo ambientato nella Trieste degli anni Venti. La bora spinge Salvador ed Edita l’uno verso l’altra, sconvolgendo le loro vite. Una storia piena di fascino e un’ambientazione particolarmente coinvolgente.

SETTE LETTERE DA PARIGI sarà il romanzo perfetto per San Valentino! Immaginate: sette lettere appassionate ma senza risposta, venti anni di silenzio e di distanza, poi, inaspettatamente, una seconda chance. Ecco una storia vera, piena di speranza e positività!

THE HEARTBREAKERS è il nome di una band, la band preferita di Cara. Stella ha diciassette anni e vorrebbe regalare a Cara, sua sorella, ammalata, l’autografo di quella band. Stella non sa che questo la porterà a vivere proprio come in una di quelle canzoni che lei detesta…

GIOCO DI POTERE di Denielle Steel è stato best sellere n.1 del New York Times. A volte la vita ti chiede di scegliere: la famiglia o la carriera? Cosa farà Fiona?

MARZO

LA PICCOLA BIBLIOTECA CON LE ALI di David Whitehouse è un romanzo sulla magia dei romanzi, sul bisogno senza età di fuggire con la fantasia e sul significato più profondo della famiglia. Bobby non crede che le cose che succedono nei libri possano capitare nella vita vera, ma tutto cambia il giorno in cui incontra Rosa e sua madre, Val. Grazie a loro due, Bobby riscriverà la propria storia.

GUARDAMI ANCORA di C.D.Reiss è il nuovo sensuale romanzo di un’autrice amatissima in Italia per Le note della passione. L’ultima volta che Michael ha visto Laine aveva diciassette anni e da allora non l’ha più dimenticata. Lei è sempre stata la pietra di paragone per ogni altra donna. E quando si incontrano di nuovo…

IL BAZAR DEI BRUTTI SOGNI di Stephen King: una raccolta di racconti, alcuni assolutamente inediti, accompagnati da una serie di commenti autobiografici, ricchi di aneddoti, storie e rivelazioni. 

Forse a giugno, una nuova edizione di CELL in occasione dell’uscita nelle sale dell’omonimo film con Samuel Jackson e John Cusak.

 

ON WRITING di Stephen King: in arrivo la nuova edizione

Meravigliatevi!

«Se la scrittura è magia, e King lo scrive proprio in On Writing – che ritrovate in libreria, nella nuova, rivelatoria, traduzione di Giovanni Arduino – lui è il più abile dei maghi, è il prestigiatore che sembra offrirvi un trucco banale (quale volete? Il fantasma che appare sul palcoscenico grazie a un gioco di specchi? La donna segata in due?) e invece, now you see me, vi capovolge il mondo che avete davanti. Perché, come diceva il vecchio Samuel Henry Sharpe (che scrisse libri sull’illusionismo che dovreste conoscere, e non è improbabile che li conosca King), “lo scopo della magia non è ingannare il prossimo, ma incoraggiare un approccio verso la vita pieno di meraviglia”. Questo è, anche, lo scopo di On Writing:  mostrare il curriculum vitae di uno scrittore, vero o falso che sia, e condividere un approccio alla scrittura, e dunque alla vita stessa. Meravigliatevi, qualunque sia la verità.»

Dall’introduzione di Loredana Lipperini alla nuova edizione di “On Writing. Autobiografia di un mestiere”. In libreria dal 17 novembre 2015, con la nuova traduzione di Giovanni Arduino.

Become a fan